Skip to main content

Che cos’è l’HACCP e per quali professioni è richiesto l’attestato

L’igiene nell’ambito ristorativo riveste un ruolo cruciale, poiché non solo incide sulla salute dei consumatori, ma contribuisce anche alla reputazione e al successo del locale. Garantire standard elevati di igiene implica il rispetto di una serie di regole e accortezze, che vanno ben oltre la preparazione accurata dei cibi.

Nell’affrontare la complessità di questo scenario, si staglia l’Hazard Analysis and Critical Control Points (HACCP), un sistema progettato per identificare, valutare e controllare i rischi alimentari lungo l’intera catena di produzione e distribuzione.

Prima di esplorare in dettaglio l’attestato HACCP e le professioni coinvolte, è fondamentale comprendere l’importanza di tali pratiche nell’ambito ristorativo.

Attestato HACCP: cos’è e chi lo rilascia

L’HACCP, acronimo di Hazard Analysis and Critical Control Points, rappresenta un sistema di gestione della sicurezza alimentare progettato per identificare e gestire i rischi associati alla produzione e manipolazione di alimenti. Questa metodologia, nata inizialmente per l’industria spaziale, si è diffusa in vari settori, incluso quello ristorativo, dove la sicurezza alimentare è prioritaria. L’attestato HACCP costituisce la certificazione che attesta la competenza di un individuo nel comprendere, implementare e mantenere questo sistema.

Dal punto di vista “burocratico”, ottenere l’attestato HACCP comporta il superamento di un corso di formazione specifico, che copre temi quali il controllo dei punti critici, la gestione dei rischi e le pratiche di igiene. Questo corso, spesso proposto da enti accreditati, offre una preparazione approfondita necessaria per garantire la corretta implementazione delle normative.

Per coloro che desiderano accedere a un corso di formazione HACCP, offriamo un programma completo che copre tutti gli aspetti essenziali di questo sistema di gestione della sicurezza alimentare. Questo corso non solo fornisce le conoscenze teoriche necessarie ma offre anche un approccio pratico per garantire una comprensione completa delle procedure HACCP, consentendo agli operatori del settore alimentare di acquisire e mantenere l’attestato con successo.

Per fare il cameriere serve l’HACCP?

Quindi che cos’è l’HACCP e per quali professioni è richiesto l’attestato?

L’HACCP, sebbene fondamentale per garantire la sicurezza alimentare, non è sempre un requisito obbligatorio per la figura professionale del cameriere. La necessità di possedere l’attestato dipende principalmente dal tipo di compiti svolti nella struttura e dalle leggi locali in vigore.

  • Camerieri e Attestato HACCP:

Nella maggior parte dei casi, i camerieri non sono direttamente coinvolti nella manipolazione o preparazione degli alimenti. Tuttavia, la consapevolezza dei principi HACCP può comunque essere un vantaggio, specialmente in contesti in cui la comprensione delle pratiche di sicurezza alimentare può contribuire a migliorare la qualità complessiva del servizio.

  • Altre Figure Professionali e Attestato HACCP:

Al contrario, professioni più strettamente connesse alla gestione e preparazione degli alimenti, come chef, cuochi, e addetti alla cucina, possono essere tenuti per legge a possedere l’attestato HACCP.

Per coloro che desiderano arricchire le proprie competenze nel settore della ristorazione, offriamo corsi specifici per ragazzi in uscita dalla terza media, a Torino e Milano, che si possono consultare nella pagina dedicata alla scuola professionale.

I corsi sono dedicati a:

  • Cucina
  • Pasticceria
  • Sala bar

Questi corsi forniscono una formazione completa che va oltre l’HACCP, coprendo una vasta gamma di argomenti.

Panoramica delle figure professionali che richiedono l’attestato con eventuale riferimento ai vostri corsi di bar e ristorazione.

E’ possibile conoscere la scuola professionale nel corso degli Open Day a dicembre e gennaio.

Iscrizioni Open Day Torino e Moncalieri

Iscrizioni Open Day Milano

 

Leave a Reply

Scrivici