fbpx
Skip to main content

Il curriculum è scritto. È ben strutturato e dettagliato in ogni sua sezione. Nel caso avessi ancora dei dubbi, dai un’occhiata al nostro approfondimento. Ora sei pronto per inviarlo alle aziende che ti interessano sia come candidature spontanee che in risposta a specifiche job description. Non manca nulla, giusto? Oppure ti stai dimenticando qualcosa?

Ebbene sì, ricordati la lettera di presentazione, importante tanto quanto il curriculum vitae.
Questa è il primo biglietto da visita che ti presenterà all’azienda e va strutturata e preparata con la stessa cura con la quale hai redatto il cv. Andiamo a vedere nel dettaglio come fare, ma prima prova a porti queste quattro domande, perché il tuo cv e la tua lettera dovranno rispondere ad esse:

  1. Come posso far capire al selezionatore in poche righe che sono davvero motivato a voler ricoprire la posizione?
  2. Come posso far capire che il mio profilo è adeguato a questa mansione
  3. In che modo posso trasferire nella lettera alcuni dei miei principali punti di forza personali e professionali?
  4. Come posso convincere il responsabile del personale che, se assumerà me, dimostrerò di essere la persona giusta per risolvere i problemi dell’azienda ricoprendo quel determinato ruolo?

DI COSA STIAMO PARLANDO?

Innanzitutto, che cos’è la lettera di presentazione o accompagnamento? Possiamo definirla come il packaging del curriculum, infatti, come anticipato, è il primo elemento in cui si imbatterà il recruiter ed è proprio leggendola che deciderà se tu vali più degli altri candidati.
È quindi importantissimo dedicare un’attenzione particolare alla sua stesura affinché sia efficace e d’impatto. Fondamentale è adattarla all’azienda presso cui ci si sta proponendo, personalizzandola di volta in volta in base al tipo di lavoro per il quale ci si sta candidando. Questa deve essere a tutti gli effetti la “spiegazione” del curriculum.

COME SI SCRIVE?


La lettera di presentazione deve andare ad illustrare perché tu sei la persona adatta a ricoprire l’incarico dell’offerta di lavoro (se stai rispondendo ad un particolare annuncio) o per entrare in azienda mediante una candidatura spontanea. Per preparare un documento efficace, innanzitutto raccogli quante più informazioni possibili sull’azienda e sulla posizione desiderata; evita di essere generico, con molte informazioni sarà più semplice andarla a strutturare.
Parti dal sito internet dell’azienda, cerca articoli in rete, sui social, scopri se ne hanno parlato i giornali o se ci sono dei video su YouTube. Insomma, interessati, sii curioso e cerca di scoprire il più possibile su quello che potrebbe diventare il tuo ambiente di lavoro, quali sono la vision e la mission e qual è lo stile comunicativo dell’impresa.

A CHI SI RIVOLGE?

Per fare un lavoro certosino dovresti scoprire, magari attraverso LinkedIn, il nome dell’addetto aziendale responsabile delle selezioni e intestare specificatamente a lui la lettera di motivazione.

A volte non si riesce a scoprire chi leggerà la lettera di accompagnamento ed il curriculum. In questi casi, bisogna pur intestare a qualcuno la lettera, ma chi è il giusto destinatario? Vi suggeriamo di scrivere: “Alla cortese attenzione del Direttore delle Risorse Umane o del Responsabile del Personale”, oppure, più in generale, inviatela all’Ufficio del Personale.

TANTE LETTERE PER MOLTI PROFILI

Così come per il cv, è fondamentale differenziare di volta in volta la lettera di presentazione per dare valore aggiunto alla tua candidatura. Può sì avere una parte simile o uguale per tutte le candidature, ma va adattata di volta in volta a seconda dell’annuncio.
Perché sei il candidato migliore per quell’offerta di lavoro? È fondamentale che tu lo vada a specificare, indicando quale valore aggiunto apporteresti all’impresa grazie alle tue competenze.
Tieni sempre a mente una cosa che potrebbe apparire scontata: l’obiettivo della lettera, così come del curriculum vitae, è di portarti ad ottenere la convocazione per il colloquio.

PARLA DELLA TUA FORMAZIONE E DELLE TUE ESPERIENZE LAVORATIVE


Racconta il tuo percorso scolastico ed accademico. Illustra poi i punti di forza delle tue esperienze lavorative, specie se ti stai candidando per un ruolo simile, dove la tua esperienza pregressa può essere un valore aggiunto all’impresa.

ORA QUALCHE CONSIGLIO IN PILLOLE

  • Perché hai scelto quell’azienda anziché un’altra? Motiva la tua scelta.
  • Dai evidenza a stage, tesi, ricerche, pubblicazioni, certificazioni, interessi in settori strategici per l’azienda.
  • Sii esaustivo, ma anche coinciso e pertinente. Una buona lettera non è troppo lunga, ma allo stesso tempo non è nemmeno troppo breve. Deve essere completa. Un recruiter noterà sicuramente se sei motivato e se la tua assunzione potrà portare valore aggiunto alla società: queste sono le caratteristiche che devono risaltare.
  • Per mantenere l’attenzione degli addetti hr è fondamentale che la tua lettera di presentazione sia ordinata e ben strutturata nella forma e nel contenuto, e non più lunga di 10-12 righe.
  • Evita errori ortografici. Rileggi più e più volte la lettera, anche facendoti aiutare da qualcuno se necessario.
  • Cerca di mantenere l’attenzione del selezionatore fino alla fine, tenendo sempre a mente di esprimere il valore aggiunto che stai portando all’azienda.
  • Metti sempre in risalto le tue qualità e skill, ma non come un semplice elenco, motivale piuttosto con le tue esperienze ed esempi concreti in cui mostrare, contestualizzandole, le competenze maturate.
    Parola d’ordine: entusiasmo. Devi mostrare brio e vivacità per il lavoro per cui ti stai candidando.
    Da questo punto di vista, scegli bene la frase di apertura della lettera: deve essere in grado di catturare l’attenzione del responsabile del personale. Presta però molta attenzione anche alla frase di chiusura, che deve lasciare un’impressione favorevole, quasi memorabile.

Le frasi di apertura e chiusura sono quelle più rilevanti, quelle che il personale guarda maggiormente.
Noi di Immaginazione e Lavoro siamo a disposizione di coloro che sono in cerca di occupazione, e offriamo una serie di servizi su misura per ogni utente:

  • Consulenza e orientamento
  • Progetti
  • Corsi
  • Tirocini
  • Apprendistato

Contattaci per qualsiasi necessità e visita la sezione dedicata sul nostro sito¬: https://bit.ly/3vvGyhY
Puoi trovare i nostri responsabili dei servizi al lavoro sia a Torino che a Moncalieri e Milano.

Torino
011 19709600
performare@immaginazioneelavoro.it

Milano
02 89454684
info_milano@immaginazioneelavoro.it

Moncalieri
011 0868978

Leave a Reply